Sei in:

Fungo caratteristico della medicina cinese Cordyceps Sinensis

Il fungo Cordyceps Sinensis tutto da scoprire che fa bene alla salute, caratteristico nella medicina cinese





Fungo caratteristico della medicina cinese con proprietà toniche, rinvigorenti, energiche, immunitarie, mantengono  e rafforzano la resistenza fisica. Nella medicina cinese questo fungo viene usato dal 1760 a.C.  In occidente invece è dal settembre 1993, nel corso dei giochi nazionali cinesi di nuoto, in cui vennero infranti vari record mondiali, facendo pensare subito al doping.

Questa tesi è stata poi scartata dai controlli fatti sugli atleti e dall'allenatore, che dichiarò di usare dei protocolli particolari di allenamento, associati ad una cura a base di erbe cinesi tra cui figurava anche il Cordyceps. La sua forma è quella di un bastoncino che spunta dal suolo simile ad verme. Da qui il suo nome da collegare al latino cord "bastone" e ceps "testa", sinensis "dalla Cina". In U.S.A. viene chiamato "fungo del bruco" perché il Cordyceps è un parassita di larve di alcune falene nel sottosuolo, maggiormente noto sugli altopiani tibetani tra i tremila e i cinquemila metri di altezza. Quindi una volta impossessatosi della larva, il Cordyceps uccide l'organismo e lo mummifica, uscendo poi dalla testa. Le larve vengono infettate dai funghi nel periodo estivo-autunnale e trasformati in "vermi rigidi" nel periodo invernale. Da qui il nome cinese "DongChongXiaCao" e quello giapponese "Tokukaso" che significa "verme d'inverno e pianta d'estate".

Questo fungo comunque in natura è molto raro. Per questo, avendo effetti curativi eccezionali, sono state adottate tecnologie fermentative, per cui oggi, quello che si trova sul mercato, nella maggior parte dei casi, proviene da coltivazioni simili a quelle degli altri funghi. La maggior parte degli studi sul Cordyceps è stata realizzata in Cina, dando degli ottimi risultati sulla veridicità scientifica del fungo, tanto da poter spingere gli studiosi a provarlo anche sull'uomo. In special modo si è venuti a conoscenza di proprietà anche antitumorali, ipoglicemmizzanti, quindi si abbassa il livello di zuccheri nel sangue, cosa che va bene per i diabetici, regola la pressione del sangue, regola e protegge la funzione del fegato, del cuore e dei reni, ha una funzione anche afrodisiaca, riduce la quantità di colesterolo, regola il sonno, previene le crisi d'asma e di espettorazione.

Nello sportivo promuove l'ossigenazione dei tessuti, per l'aumento del flusso sanguigno a livello della muscolatura e del cuore, per il rilassamento della muscolatura dell'apparato respiratorio. Gli atleti che ne beneficiano maggiormente sono quelli che impegnati in prove di resistenza. E' un integratore sicuro e ben tollerato, senza effetti tossici.

Riepilogando: il Cordyceps aumenta l'attività sessuale ad entrambi i sessi; migliora la prestazione fisica e può essere utile sia ad atleti con scarsa resistenza o poca concentrazione; riduce il valore del colesterolo nel sangue, previene e protegge da eventuali problemi il fegato e i reni, ma nello stesso tempo ci sono degli ottimi risultati anche per chi ha problemi di cirrosi epatica, epatiti virali; controlla la pressione del sangue, aumentando la salute del sistema cardiaco e circolatorio, aiutando anche chi ha problemi di ischemia miocardica e una riduzione della portata venosa e arteriosa del sangue; riequilibra la glicemia, quindi regola il diabete; regola il sonno tramite la sua proprietà sedativa sul sistema nervoso.